The Credit Risk Club

Il grande “club” virtuale capace di individuare per tempo come cambierà il modo di fare credito e perché

La nuova definizione di default: impatti sulle banche e sulla vigilanza

01 luglio 2019 - Milano

A partire dal 2021, banche e autorità di vigilanza saranno tenute ad applicare le linee guida sulla definizione di default messe a punto dall’EBA (European Banking Authority), nell’ambito di un processo di convergenza degli standard di supervisione che vede impegnate da tempo le istituzioni comunitarie. Si tratta di un tema vasto, rispetto al quale sussistono ancora alcuni margini di incertezza interpretativi, destinato peraltro a interagire con le linee-guida -  pure emesse dall’EBA - in materia di PD e LGD.

Ai numerosi e delicati adempimenti tecnici (che riguardano ad esempio le soglie di materialità, i default tecnici, il probation period o le misure di concessione), si sovrappone un complesso ragionamento strategico, in termini di stima del capitale assorbito/liberato a seguito dell’allineamento alla nuova definizione, di impatti sulla possibilità di conseguire entro i tempi previsti gli obiettivi indicati negli NPL plan condivisi con la Vigilanza, di possibile incidenza sul volume di rettifiche previste dall’IFRS 9 per le posizioni in stage 1 e 2.

Per fare il punto sulle possibili risposte gestionali a queste novità normative, il Credit Risk Club ha invitato esponenti delle autorità italiane e europee, delle banche e dell’università per un confronto sui diversi possibili approcci all’interpretazione e all’implementazione delle nuove regole.

 

Scarica gli atti